14: Apollo e Pan

Titolo dell’opera: Mida giudice di Apollo e Pan

Autore: Anselmo Guazzi e Agostino Mozzanega

Datazione: 1527-1528

Collocazione: Mantova, Palazzo Te, Camera di Ovidio, parete est

Committenza: Federico II Gonzaga

Tipologia: dipinto parietale

Tecnica: affresco

Soggetto principale: Apollo e Pan si esibiscono davanti a Minerva

Soggetto secondario: Mida supplica Pan

Personaggi: Apollo, Pan, Minerva, Mida, Tmolo, figura femminile

Attributi: lira, corona d’alloro (Apollo); flauto (Pan); elmo (Minerva); orecchie d’asino (Mida); bastone (Tmolo)    

Contesto: scena all’aperto

Precedenti: Giulio Romano, Apollo e Pan con Minerva, disegno, 1524- 1527, Parigi, Museo del Louvre (Cfr. scheda opera 12)

Derivazioni:

Immagini:

Bibliografia: Verheyen E., The Palazzo del Te in Mantua: images of love and politics, Johns Hopkins University Press, Baltimora 1977; Suitner G., Tellini Perina C., Palazzo Te a Mantova, Electa, Milano 1990, pp. 47-49; Belluzzi A., Palazzo Te a Mantova, Panini, Modena 1998, vol. I, pp. 345-352, vol. II, pp. 86-111; Cieri Via C., L’arte delle Metamorfosi. Decorazioni mitologiche nel Cinquecento, Lithos, Roma 2003, pp. 233-234

Annotazioni redazionali: L’affresco è stato eseguito da Guazzi e Mozzanega su disegno di Giulio Romano (Cfr. scheda opera 12) per la decorazione della Camera di Ovidio all’interno di Palazzo Te. Anche in questo caso l'affresco ricalca fedelmente il disegno preparatorio.

Enrica Arduini