50: Cefalo e Procri

Titolo dell’opera: Cefalo e Procri

Autore: Peeter Symons

Datazione: 1636-1638

Collocazione: Madrid, Prado

Committenza: Filippo IV di Spagna (1605-1665)

Tipologia: dipinto

Tecnica: olio su tela (174 x 204 cm)

Soggetto principale: Procri è nascosta dietro ad alcuni cespugli mentre Cefalo invoca Aura

Soggetto secondario:

Personaggi: Cefalo, Procri

Attributi: freccia(Cefalo)

Contesto: paesaggio boschivo

Precedenti: Rubens, Cefalo e Procri, bozzetto preparatorio, Madrid, Prado (Cfr. scheda opera XX)

Derivazioni:

Immagini: http://pintura.aut.org/SearchProducto?Produnum=16526

Bibliografia: Jaffè M., Esquisses inédites de Rubens pour la Torre della Parada, in “Revue du Louvre”,14, 1964, pp. 313-322; Paratore E., Ovidio e Seneca nella cultura e nell’arte di Rubens, in “Bulletin de l’Institut Historique Belge de Rome”, 38, 1967, pp. 533-565; Alpers S., The decoration of the Torre della Parada, Arcade, Bruxelles 1971, pp. 190-192; Held J.S., The oil sketches of Peter Paul Rubens, Princeton University Press, Princeton, New Jerey 1980, n. 177; Jaffè M., Rubens, Milano 1989

Annotazioni redazionali: Si tratta della trasposizione su tela del bozzetto realizzato da Rubens per la Torre de la Parada (Cfr. scheda opera 49), opera di Peeter Symons, il quale riporta fedelmente le indicazioni di Rubens, salvo travisare la lancia con una freccia. Per una trattazione generale sul ciclo della torre della Parada si rimanda alla scheda opera 48.

Roberta Talone