08: Pallade e Aracne

Titolo dell'opera: Aracne e Minerva

Autore:

Datazione: XV sec.

Collocazione: Parigi, Bibliothèque Nationale, manoscritto di una  traduzione francesedelle Metamorfosi di Ovidio, Ms. français 137, f. 75v

Committenza:

Tipologia: illustrazione

Tecnica: miniatura

Soggetto principale: Aracne, impiccatasi, viene trasformata in ragno da Minerva

Soggetto secondario:

Personaggi: Aracne, Minerva

Attributi: ragno, cappio (Aracne)

Contesto: scena all’aperto

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini: http://collecties.meermanno.nl/handschriften/showmanu?id=100005

Bibliografia:

Annotazioni redazionali: in questo capolettera miniato del manoscritto français 137 conservato a Parigi è raffigurato il tragico epilogo del mito di Aracne e Minerva. Dopo aver visto distruggere la sua tela dalla dèa e dopo essere stata da questa picchiata, la giovane tessitrice decide di suicidarsi impiccandosi. Minerva, però, vedendola pendere ne ebbe compassione, le evitò la morte trasformandola in un ragno e destinandola a tessere per sempre delle tele vane (Met., VI, vv. 134-138). Questa illustrazione non presenta particolari iconografici che si discostano dal racconto ovidiano: l’artista è riuscito a sintetizzare in uno spazio ridotto il momento drammatico della metamorfosi. Nello stesso manoscritto il mito di Aracne e Minerva è raffigurato in una miniatura di dimensioni maggiori, in cui trova posto anche l’antefatto della vicenda (Cfr. scheda opera 07).

Chiara Mataloni