15: Perseo e Medusa

Titolo dell’opera: Perseo e Medusa

Autore: anonimo francese

Datazione: 1450-75 ca.

Collocazione: L’Aia, Koninklijke Bibliotheek, manoscritto dell’Epitre d’Othea di Christine de Pisan, Ms. 74 G 27, fol. 52r

Committenza:

Tipologia: illustrazione

Tecnica: miniatura (65 x 90 mm)

Soggetto principale: Perseo attacca Medusa, sotto forma di animale

Soggetto secondario:

Personaggi: Perseo, Medusa

 

Attributi: spada, scudo con Gorgoneion (Perseo); aspetto mostruoso (Medusa)

Contesto: paesaggio con rocce e alberi

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini:

Bibliografia:Carrara E., Mitologia antica in un trattato didattico-allegorico della fine del Medioevo: l’Epistre d’Othéa di Christine de Pizan, in “Prospettiva”, 66, 1992 Aprile

Annotazioni redazionali:  L’Epistre d’Othéa è untrattato didattico-allegorico in forma epistolare composto da Christine de Pisan intorno al 1400. Per quanto riguarda le miniature che ne illustrano i codici, Carrara sottolinea che Christine non utilizza sempre gli schemi iconografici tradizionali, ma ricerca, anche attraverso scarti ed innovazioni, una rispondenza perfetta tra testo ed immagine, in modo che anche quest’ultima sia pienamente esplicativa del significato morale. Questa specifica illustrazione evidenzia la libertà dell’artista nella trattazione iconografica dell’episodio dell’uccisione di Medusa:Perseo, protetto da una pesante armatura e da uno scudo con la raffigurazione del Gorgoneion, alza la spada per attaccare una belva. La figura mitologica della Gorgone non viene qui presentata secondo la consueta iconografia della donna dalla chioma anguicrinita, bensì la sua mostruosità è data proprio dalla “metamorfosi” in una fiera dai lunghi artigli. Un legame con le più arcaiche immagini di Medusa è ancora presente nella grande lingua pendente che caratterizza l’animale (Cfr. scheda opera 02). Insolita è la presenza sullo scudo dell’eroe del Gorgoneion, ovvero del volto di Medusa che, secondo il mito, fu posto da Atena al centro della propria egida, e che in generale compare tra gli attributi di Perseo solo dopo la morte del mostro, negli episodi successivi.

Dario Iacolina