21: Perseo e Andromeda

Titolo dell’opera: Perseo e Andromeda

Autore: 

Datazione: 1450-75 ca.

Collocazione:  L’Aia, Koninklijke Bibliotheek, manoscritto dell’Histoire Troyennes, Ms. 78 D 48, Fol. 65r

Committenza:

Tipologia: illustrazione

Tecnica:  miniatura (130 x 165 mm)

Soggetto principale: Perseo sta per uccidere il mostro; Andromeda incatenata

Soggetto secondario: Perseo giunge sulle coste etiopi;Cefeo, Cassiopea e la corte

Personaggi:  Cefeo, Andromeda,Cassiopea, Perseo, Pegaso

Attributi:  catene ai polsi (Andromeda); spada (Perseo)

Contesto:  riva del mare

Precedenti:

Derivazioni: 

Immagini: http://www.kb.nl/kb/manuscripts/search/index.html

Bibliografia:

Annotazioni Redazionali: la scena risulta divisa in due parti: nella prima, sullo sfondo, Perseo passando per le coste etiopi vede Andromeda incatenata; nella seconda, in primo piano, l’eroe sta per uccidere il mostro. L’insolita scelta di rappresentare l’arrivo di Perseo su una nave, ma comunque a cavallo di Pegaso, dimostra  la volontà del miniatore di attenersi sia ad Ovidio - che non inserisce Pegaso nell’episodio della liberazione di Andromeda - sia alla tradizione iconografica che vede Perseo a cavallo del destriero alato di Bellerofonte (Cfr. scheda opera 19). Perseo, inoltre, è rappresentato come un cavaliere medievale armato di spada, mentre la principessa ha le mani legate dietro la schiena e non è incatenata ad uno scoglio bensì seduta su una pietra. Alle porte della città si radunano il padre di Andromeda, Cefeo, riconoscibile dalla corona, e Cassiopea, la donna sulla destra. Fantasiosa la rielaborazione del mostro con ali di drago.

Francesca Pagliaro