04: Issione

Titolo dell’opera: La caduta di Issione

Autore: Cornelis Cornelisz

Datazione: 1588

Collocazione: Rotterdam, Museo Bojmans Van Bevningen

Committenza:

Tipologia: dipinto

Tecnica: olio su tela

Soggetto principale: la caduta di Issione

Soggetto secondario:

Personaggi: Issione

Attributi:

Contesto: sul fondo si intravede una città che sta bruciando e attorno fiamme e fumo

Precedenti:

Derivazioni: Hendrik Goltzius, Issione, 1588, incisione, Milano, Biblioteca Ambrosiana (Cfr. scheda opera 05)

Bibliografia: van Thiel P.J.J., Cornelis Cornelisz Van Haarlem 1562-1638. A Monograph and Catalogue Raisonnè, Davaco, s.l. 1999, p. 348

Annotazioni redazionali: L’opera in esame, rinvenuta nel 1979, dimostra che Cornelis Cornelisz realizzò quattro grandi tele rettangolari rappresentanti i Titani. La caduta di Issione ha subito gravi danni a causa di un restauro mal condotto, soprattutto nella parte superiore occupata dalle nuvole di fumo. Nel 1995, durante l’ultimo restauro si è infatti appurato che queste parti sono state distrutte e ridipinte. E’ molto probabile che l’opera in esame costituisca il precedente iconografico per l’incisione di Hendrik Goltzius dello stesso anno (Cfr. scheda opera 05). Dopo il trasferimento ad Haarlem infatti, l’incisore si fece interprete dell’opera di Cornelis Cornelisz e di Bartolomeo Spraengler.

Tiziana Villani