11: Ermafrodito e Salmace

Titolo dell'opera: Ermafrodito e Pan

Autore:

Datazione: I sec. d.C

Collocazione: Napoli, Museo Nazionale, proveniente da Pompei, Casa deiDioscuri, atrio, al di sopra della porta che conduceva al peristilio

Committenza:

Tipologia: dipinto parietale.

Tecnica: affresco IV stile pompeiano (40-79 d.C.)

Soggetto principale: Ermafrodito e Pan

Soggetto secondario:

Personaggi: Ermafrodito e Pan

Attributi: afferra braccio sinistro di Pan, armille, crocchia, drappo, mostra i genitali, nudità, sdraiato, (Ermafrodito);afferra un lembo del manto di Ermafrodito, barba, corna, semicapro (Pan)

Contesto: basamenti di edifici, alberi sullo sfondo

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini:

Bibliografia: Lexicon Iconographicum Mythologiae Classicae (LIMC), Artemis Verlag, Zurigo Monaco 1990, vol. V, pag. 280, n.66; AA.VV, Pompei pitture e mosaici, Istituto della EnciclopediaItalianaTreccani, Roma 1993, vol. IV, p. 889

Annotazioni redazionali: La casa dei Dioscuri va annoverata tra le più ricche della Pompei dell'ultimo periodo, sia per lo sviluppo planimetrico (la superficie corrisponde a circa un terzo dell'insula e sembra risultare dall'unione di tre nuclei, di cui quello centrale trasformato in peristilio) che per la decorazione, integralmente rifatta -a dimostrazione delle disponibilità economiche dei proprietari- ad opera di un'unica bottega, che costruisce schemi decorativi di notevoli dimensioni e che fa un uso abbondante delle figure umane. (Treccani, 1993, pp. 860-861)

                                                                                            Anna Gentili