Ermfm01

sec. IV-V d.C

AURELIO AGOSTINO (Tagaste 354 d.C/ Ippona (oggi Bona, in Algeria) 430 d.C.), La Città di Dio, 16,8,22-30

Gli androgini, detti anche ermafroiditi, sono piuttosto rari, però è difficile che non ve ne siano in ogni tempo. Nel loro corpo sono visibili entrambi i sessi; tanto che si è incerti sul nome, se debba essere maschile o femminile: e tuttavia è prevalso l'uso di chiamarli, dal sesso più nobile, al maschile, e nessuno li ha mai chiamati androgine o ermafrodite.