22: Narciso

Titolo dell'opera: Narciso.

Autore: Jacopo Robusti detto Tintoretto (1518-1594).

Datazione: 1557 ca. (De Vecchi, 1970)

Collocazione: Roma, Galleria Colonna, Sala della Colonna Bellica.

Committenza:

Tipologia: dipinto.

Tecnica: olio su tela, cm 147 X 190.

Soggetto principale: *

Soggetto secondario:

Personaggi: *

Attributi: tenta di afferrare Narciso (Eco); fonte, si specchia (Narciso).

Contesto: paesaggio.

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini: Safarik E. A. (a cura di.), La Galleria Colonna in Roma. Dipinti. Edizioni de Luca 1998, pp. 133-134, n. 189, fig. pag. 134.

Bibliografia: AA.VV, La mostra dl Tintoretto, catalogo delle opere, Venezia Cà Pesaro 1937, pag. 66 n 21; De Vecchi P., L’opera completa del Tintoretto, Rizzoli 1970; Pallucchini R., La giovinezza del Tintoretto Edizioni Daria Guarnati, Milano 1950, pp. 132-134; Safarik E. A. (a cura di.), La Galleria Colonna in Roma. Dipinti. Edizioni de Luca 1998, pp. 133-134, n. 189.

Annotazioni redazionali: L’attribuzione del dipinto a Tintotetto, confermata in un inventario della Galleria del 1714, venne messa in discussione da Guido Corti (1937), il quale, basandosi su un inventario del 1756, indicò il dipinto, che riteneva erroneamente di provenienza Salviati, come opera di bottega. Per quanto riguarda l’analisi del dipinto, è da sottolineare il ruolo fondamentale dato alla descrizione paesaggistica, che sembra essere il perno centrale di tutta la rappresentazione. In tal senso, un contributo fondamentale è dato dallo studio di Wilde, il quale peraltro rintracciò delle concordanze stilistiche con la Susanna del Kunsthistoriches.

Anna Gentili