18: Narciso

Titolo dell'opera: Narciso.

Autore: Rosso Fiorentino (1494-1540).

Datazione: 1531-32 (data di esecuzione del disegno di Rosso).

Collocazione: Torino, Biblioteca Reale, n. 16043.

Committenza:

Tipologia: disegno, cm. 40,7 X 31,8.

Tecnica: penna e biacca

Soggetto principale: Narciso.

Soggetto secondario:

Personaggi: Narciso.

Attributi: fontana, si specchia, strumenti da caccia, (Narciso)

Contesto:

Precedenti:

Derivazioni: Etienne Delaune, Narciso, incisione, Parigi, Bibliothèque Nationale

Immagini: Bertini A. (a cura di), I disegni italiani della Biblioteca Reale di Torino, Istituto Poligrafico dello Stato, Roma 1958, pag. 51, fig. 380.

Bibliografia: Bertini A. (a cura di), I disegni italiani della Biblioteca Reale di Torino, Istituto Poligrafico dello Stato, Roma 1958, pag. 51.; Carrol E. A. (a cura di), Rosso Fiorentino. Drawings, Prints, and Decorative Arts., catalogo della mostra Washington 25 Ottobre- 3 Gennaio 1988, pp. 194-196.

Annotazioni redazionali: L’impostazione stilistica del disegno, richiama alla mente, l’impianto compositivo tipico del tema iconografico dell’ Annunciazione. Di particolare intereresse risulta essere la caratterizzazione stilistica della fontana, che ricorda, soprattutto nella presenza del putto, l’iconografia utilizzata per il medesimo soggetto, nell’ Hypnerotomachia Poliphili del 1499. L’iscrizione sotto l’immagine, ripresa fedelmente al testo di Ovidio, recita "Quod Cupido Macum Est/ Inopem Me Copia Fecit".

Anna Gentili.