21: Callisto

Titolo dell'opera:   La cacciata di Callisto

Autore:   Giovanni Battista de Arcangelis

Datazione:  1550 ca.

Collocazione:  Palazzo Spada Capodiferro, sala di Callisto, soffitto

Committenza:  cardinale Girolamo Capodiferro

Tipologia: dipinto murale

Tecnica:  affresco

Soggetto principale:  Cacciata di Callisto

Soggetto secondario: 

Personaggi:  Callisto, Diana, ninfe

Attributi:   ventre rigonfio (Callisto); scettro (Diana)

Contesto:  scena all’aperto

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini:

Bibliografia: Cioffetta S.- Vicini M. L., Di alcuni teli ovidiani nel piano nobile del palazzo Capodiferro: iconografia e significato, in “Bollettino d’Arte”, 70, 1991, pp. 05-119; Cannatà R. (a cura di), Palazzo Spada. Arte e Storia, Bonsignori, Roma 1992; Cieri Via C., L’arte delle Metamorfosi. Decorazioni mitologiche nel Cinquecento, Lithos, Roma 2003, pp. 290-291

Annotazioni redazionali: (cfr. scheda opera 17). In un riquadro del soffitto ligneo è raffigurata la cacciata di Callisto, posta sopra l’episodio della fuga della ninfa, per assimilazione logica. Questo episodio del mito è raramente rappresentato isolatamente; di solito infatti è unito alla scena dello svelamento. 

                                                                          Silvia Trisciuzzi