15: Apollo e Coronide

Titolo dell’opera: Apollo e Coronide

Autore: Giovanni Lanfranco (1582-1647)

Datazione:

Collocazione:Verona, Galleria Menaguale

Committenza:

Tipologia: dipinto

Tecnica: olio su tela

Soggetto principale: Apollo uccide Coronide

Soggetto secondario: sullo sfondo è visibile la pira in cui viene bruciato il corpo di Coronide

Personaggi: Apollo, Coronide, altri personaggi

Attributi: arco, frecce, faretra, lira (Apollo); pira (Coronide)

Contesto: scena all’aperto

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini: http://www.eosarte.it/foto%20menaguale%20assisi%201989.htm

Bibliografia: The Oxford guide to classical mythology in the arts 1500–1990, University Press, Oxford 1993; Giovanni Lanfranco, un pittore barocco fra Parma, Roma e Napoli, Electa, Milano 2001

Annotazioni redazionali: In questo dipinto Lanfranco propone due momenti diversi del mito; in primo piano Apollo colpisce con una sua freccia Coronide, rea di averlo tradito; interessante è la teatralità dell’azione visibile nelle pose delle due figure e anche il fatto che, rispetto alle altre immagini, Coronide sia quasi del tutto di spalle  Sullo sfondo vediamo un altro momento del mito, quello in cui il corpo di Coronide viene bruciato sulla pira. Come già accaduto nelle opere di Elsheimer (Cfr. scheda opera 13) e di Domenichino (Cfr. scheda opera 14), anche questo è un caso in cui l’autore non fa alcun accenno alla parte del mito che riguarda il corvo e la sua punizione.