04: Apollo e Coronide

Titolo dell’opera: Nascita di Esculapio da Coronide

Autore: Anonimo

Datazione: 1549

Collocazione: Basilea

Committenza:

Tipologia: incisione

Tecnica: xilografia

Soggetto principale: una figura, presumibilmente Apollo, estrae Esculapio dal corpo di Coronide

Soggetto secondario:

Personaggi: Apollo (?), Coronide, Esculapio bambino

Attributi:

Contesto: scena all’aperto

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini: http://www.nlm.nih.gov/exhibition/cesarean/images/asclepius.jpg

Bibliografia:

Annotazioni redazionali: Questa incisione raffigura la nascita di Esculapio. Apollo, dopo aver punito, trafiggendola, Coronide, estrae dal corpo della donna Esculapio, affidandolo poi a Chirone perché lo educasse. Da confrontare la scheda su Dolce, unica immagine in cui viene rappresentato proprio il momento dell’affidamento del bambino a Chirone (Cfr. scheda opera 05). Sebbene la figura di Apollo non sia particolarmente riconoscibile, possiamo comunque ipotizzare che sia il dio poiché tanto il testo di Ovidio, quanto le successive trasposizioni, riportano come sia Apollo ad estrarre Esculapio dal corpo di sua madre. Soltanto poche eccezioni (Corfc06, Corfr08), indicano in Mercurio il dio che estrae Esculapio. Questa incisione è l’unica immagine in cui viene narrato l’aspetto del mito riguardante la nascita di Esculapio, che successivamente diventerà il dio legato alla medicina. Chirone, infatti lo educherà alle arti mediche e, essendo figlio di Apollo, erediterà dal padre le proprietà curative. In Grecia fu molto onorato con il nome di Asclepio e a lui fu dedicato l’Altare di Pergamo. Questa xilografia è tratta dall’edizione del 1549 del De Re Medica di Alessandro Beneditti ed è interessante notare come il mito della nascita di Esculapio sia legato al parto cesareo, di cui quest’immagine era l’illustrazione. Inoltre l’attributo di Esculapio adulto è il bastone con un serpente che oggi è diventato il simbolo internazionale del soccorso medico. Perciò il mito della nascita del medico Esculapio serve anche ad illustrare una pratica medica, il parto cesareo, già in uso sotto Giulio Cesare (da cui prende il nome: a quanto pare, infatti, fu questo l’intervento chirurgico usato per far nascere Cesare).

Agnese Altana