32: Mercurio e Argo

Titolo dell’opera: Mercurio ed Argo

Autore: Pier Francesco Mola (1612-1666)

Datazione: 1635 ca.

Collocazione:  Londra, Collezione Denis Mahon

Committenza:

Tipologia: dipinto

Tecnica: olio su tela (31.2 x 40.8 cm)

Soggetto principale: Mercurio nell’atto di tagliare la testa ad Argo

Soggetto secondario: Giunone tra le nuvole

Personaggi: Mercurio, Argo, Io, Giunone

Attributi: caduceo, elmo alato, calzari alati (Mercurio); bastone, sonno (Argo)

Contesto: paesaggio pastorale

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini:

Bibliografia: Cocke R., Pier Francesco Mola, Clarendon Press, Oxford 1972, fig.19, Cat. 16, p. 48; Finaldi G. - Kitson M., Alla scoperta del Barocco italiano. La collezione Denis Mahon, Marsilio, Venezia 1998, pp. 122-123

Annotazioni Redazionali: Questa probabilmente è la prima, in ordine di tempo, delle tre opere che il Mola dedica alla vicenda di Mercurio ed Argo (Cfr. scheda opera 31), ed è l’unica in cui compare Giunone a sorvegliare la scena dalle nuvole. Il dipinto è databile attorno alla metà degli anni Trenta del Seicento e s’inserisce in quel gruppo di opere giovanili e di piccolo formato che tradiscono l’influenza dell’Albani e del Guercino. Secondo il Cocke, invece, la datazione sarebbe attorno al quarto decennio del secolo. La zona con le nuvole su cui siede Giunone è stata ritoccata e inoltre, c’è uno strappo riparato a sinistra della spada di Mercurio. Complessivamente però l’opera risulta in buone condizioni.

                                                                               Francesca Pagliaro