Argfr10

1565

Baccio Baldini. Discorso sopra la Mascherata della Geneologia degl'Iddei de' Gentili

 

In compagnia adunque di questo Carro

l'authore messe primieramente Argo Pastore che haveva

cento ochi, il quale fu ammazzato da Mercurio, come è cosa

nota et poco di sopra si è detto. Dopo Argo venne Maia, ma-

dre di Mercurio.

 

(….)  

 

La quarta et la quinta furono quando Giove,

giacendosi con Io figliuola d'Imacho Re degli Argivi, acciocché

 Giunone che gli haveva sopraggiunti non la cognoscesse,

la convertì in vacca, del che essendosi accorta Giunone,

la chiese in dono a Giove, et egli non gliele havendo potuta

negare gliela donò, perché Giunone la dette in guardia a Argo,

il quale, per comandamento di Giove essendo stato ucciso da Mercurio,

come si è detto disopra, Giunone mandò

l'assillo adosso a Io et la fece andar furiosa per tutto il mondo,

il che scrive Ovidio nel secondo libro delle Transformationi,

quando egli dice:

Interea medios Iuno despexit in agros ,

et quel che segue.