50: Deucalione e Pirra

Titolo dell’opera: Deucalione e Pirra ripopolano la terra

Autore: Anonimo incisore daHendrick Goltzius

Datazione: 1589 ca.

Collocazione:Bergamo, Accademia Carrara

Committenza:

Tipologia: Incisione

Tecnica: Xilografia

Soggetto principale: Deucalione e Pirra si salvano dal diluvio

Soggetto secondario: Deucalione e Pirra sul monte ripopolano il mondo

Personaggi: Deucalione, Pirra, figure maschili e femminili, animali

Attributi:

Contesto: Scena all’aperto

Precedenti:

Derivazioni:

Immagini: http://www.lombardiabeniculturali.it/stampe/schede/C0060-00315/

Bibliografia: Strauss W., The illustrated Bartsch, Hendrik Goltzius, vol. 3, Abaris Books, New York 1982, p. 355; Davidson Reid J., The Oxford Guide to classical mythology in the arts, 1300-1900’s, Oxford university Press, New York-Oxford 1993.

Annotazioni redazionali: Seconda opera sul tema di Deucalione e Pirra (Cfr. scheda opera 49) realizzata, su indicazioni di Goltzius, da un anonimo. L’immagine è di difficile interpretazione, poiché sebbene il titolo sia Deucalione e Pirra ripopolano la terra, in realtà siamo di fronte ad una scena di diluvio in cui diversi personaggi cercano di porsi in salvo dalle acque che trascinano via persone e animali. Infatti sulla sinistra vediamo un cervo e un lupo portati via dalla corrente e l’incisione sembra ispirarsi direttamente dal testo di Ovidio (Met., I, vv. 304-306):

Nuota tra pecore il lupo, trascina la corrente

leoni e tigri, e a nulla serve la forza fulminea

ai cinghiali, l'agilità delle zampe ai cervi travolti,

e dopo aver cercato a lungo una terra su cui posarsi,

con le ali stremate, smarriti gli uccelli precipitano in mare.

Mentre persone e animali cercano riparo, Deucalione e Pirra sembrano passeggiare tranquilli e con loro due bambini, uno dei quali spunta dal mantello di Pirra, come a ricordare che i due saranno i progenitori di un nuovo popolo. Sulla cima del monte, forse il Parnaso, le due figure ripopolano la terra, anche se non è ben visibile se lo facciano gettando delle pietre. Sembra che l’incisione raccolga insieme i due momenti del diluvio e del ripopolamento, anche se non è presente il tempio di Temi a cui i due si rivolgono. È inusuale che venga accostato il momento del diluvio a quello della creazione del nuovo genere umano nella stessa incisione. Inoltre nelle parole sotto l’immagine si fa riferimento solo al fatto che Giove abbia punito con il diluvio il popolo immeritevole e corrotto, eccetto che per Pirra e Deucalione, gli unici dalla condotta irreprensibile.

Agnese Altana